Public speaking e comunicazione efficace, imparare si può

Strutturare un discorso coinvolgente per arrivare a cuore e mente delle persone, scegliere il linguaggio più adatto alle circostanze e in linea con gli obiettivi, modulare la voce in modo armonioso e usarla per dare anima al messaggio, imparare a trasmettere affidabilità, competenze ed empatia agli interlocutori, gestire gli stati emotivi e rilassarsi quando si affronta un pubblico, allineare il corpo alla comunicazione verbale e para verbale, individuare posture e gesti funzionali al proprio discorso: ecco alcuni degli argomenti che verranno affrontati durante il Corso di Public Speaking che torniamo a ospitare per la seconda edizione. L’approccio è esperienziale, attraverso esercitazioni e feedback personalizzati, e va a integrare teoria e pratica, ragione e sentimento.
Ideatori e docenti del corso sono la mental coach, trainer e walking coach Sabrina Zanino e l’attore di teatro Andrea Tibaldi.
Qui abbiamo conosciuto meglio Sabrina:

Sabrina, raccontaci qualcosa di te, della tua formazione, delle tue esperienze professionali e delle tue passioni.
Ho lavorato felicemente in una prestigiosa azienda multinazionale per vent’anni: ho imparato e sperimentato tantissime competenze, dal people management al team working, alla leadership incisiva. Contemporaneamente, dopo la laurea alla facoltà di giurisprudenza, ho sempre continuato a studiare e approfondire: comunicazione, linguaggio del corpo, psicologia, neuroscienze, teatro. E’ seguita la scuola di coaching ed eccomi qui ad affiancare persone, aziende e sportivi nel percorso del miglioramento continuo. Le mie passioni? Il lavoro, il trekking, il tempo speciale con gli amici, la musica dal vivo nei locali.

Cosa sarà possibile imparare al corso di Public Speaking che terrai con Andrea Tibaldi?
A gestire ansia e paura prima e durante un discorso, a parlare con il pubblico (anziché al pubblico), a strutturare un discorso chiaro e coinvolgente, a utilizzare voce e corpo come alleati preziosi del proprio messaggio. Durante il corso ci si diverte, così come ci divertiamo noi quando ci lavoriamo, perché riteniamo che sia il miglior modo possibile per imparare e fare proprie le tecniche in maniera duratura.

A chi si rivolge il corso?
A tutti coloro che, sul lavoro o nella vita, parlano davanti a più di tre persone, dal manager aziendale, a chi partecipa ad assemblee condominiali, a startupper che presentano le proprie idee, a insegnanti di qualsiasi disciplina. Serve un solo requisito: la voglia di mettersi in gioco. Il corso è molto esperienziale, si imparano concetti, si mettono in pratica, si ricevono feedback personalizzati.

Tu sei una mental coach, trainer e walking coach. Andrea Tibaldi è un attore di teatro. Come è nata l’idea di mixare le discipline e quale pensi che possa essere la ricchezza di un percorso che le integra?
Quando ci siamo incontrati abbiamo subito capito che avevamo la stessa direzione e gli stessi principi. Entrambi parliamo in pubblico quotidianamente quindi insegniamo qualcosa che conosciamo molto bene. E’ stato naturale e spontaneo pensare di mettere insieme la parte mentale con la parte fisica: teoria e pratica, ragione e sentimento, cervello e cuore. Non possono che andare di pari passo, ecco perché il corso è vincente, mixa tutto questo.

Per la tua esperienza, tra tutte quali sono le competenze più importanti per parlare in pubblico in maniera efficace e disinvolta?
Essere veri ed evitare di fingere: parlare in pubblico non significa recitare una parte, il pubblico è disposto a perdonare qualsiasi dimenticanza o errore se percepisce che chi parla è se stesso. Instaurare un dialogo con le persone, uno scambio, spostare l’attenzione sul pubblico e prendersene cura. Usare il corpo in modo coerente rispetto al messaggio: se dico che sono contenta e incrocio gambe e braccia difficilmente risulto credibile.

Ci sveli un piccolo segreto pronto all’uso per imparare a gestire gli stati emotivi più difficili in vista di un discorso in pubblico?
Spostare la mente, riportare alla propria attenzione un momento, un evento della propria vita, più o meno recente, in cui si è stati particolarmente bene. Rivivere quelle sensazioni, anche solo per pochi secondi, manda al cervello segnali di distensione che aiutano a gestire lo stato emotivo.

Perchè avete scelto Open come location del corso?
Sin da subito l’idea era di cercare un partner per il nostro corso, e non semplicemente un luogo che ci affittasse una sala. Abbiamo inviato mail a diverse realtà milanesi, anche di coworking ma da subito Open si è distinta, per approccio e modo di intendere la collaborazione. Se a ciò aggiungi la disponibilità e la gentilezza di tutto lo staff ogni volta che noi e i nostri allievi mettiamo piede in Open, direi che posto migliore non esista!

INFORMAZIONI
Il corso si terrà qui da noi in Open il mercoledì dalle h 20 alle h 22 (18-25 marzo, 1–8–15-22-29 aprile, 6-13-20 maggio) oppure il giovedì sempre dalle h 20 alle h 22 (19-26 marzo, 2-9-16-23-30 aprile, 7-14-21 maggio).
Per info e iscrizioni, potete visitare il sito: www.sabrinazanino.it oppure scriverle una mail a info@sabrinazanino.it oppure telefonarle al 3480092096.

Menu